Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

LA ROSA DI DANTE. IL POETA, IL FIORE, LA SANTA

Luglio 2 @ 17:00 - 19:00

GRATIS

LA ROSA DI DANTE. IL POETA, IL FIORE, LA SANTA

presentazione del libro di GIUSEPPE RESCIFINA

SABATO 2 LUGLIO

ore 17.30

gratis*

Sabato 2 luglio ospiteremo nella sala degli stemmi del Palazzo Vescovile la presentazione del libro di GIUSEPPE RESCIFINA edito dalla storica tipografia “SILVIO PELLICO” di Montefiascone (VT)

Si tratta di un approfondito saggio strutturato, come recita il sottotitolo, su tre percorsi fondamentali: Dante e il suo rapporto con il meraviglioso fiore; il simbolismo della rosa, che ancora oggi caratterizza le moltissime specie; la giovinetta viterbese dal nome Rosa, vissuta nel XIII secolo, santa per volere di popolo per via della devozione dei viterbesi che dura da molti secoli.

Esistono alcune importanti coincidenze tra la vita della giovane e quella del grande poeta fiorentino: ambedue hanno subito l’esilio e hanno scelto di aderire al Terz’ordine francescano. In nessuna opera Dante cita direttamente santa Rosa, ma il nome del fiore – scrive l’autore del libro –“ è sinonimo di purezza ed armonia”. E Dante ha scelto di collocare nel punto più alto del Paradiso, l’Empireo, la “Candida Rosa”, un enorme coro formato da santi e beati che cantano e lodano Dio.

Il libro ripercorre il probabile viaggio di Dante a Roma in occasione del Giubileo del 1300: il suo supposto soggiorno a Viterbo presso San Francesco alla Rocca; gli episodi, i personaggi e i luoghi dei quali il poeta è venuto a conoscenza citati nelle tre cantiche, ma anche le ipotetiche località e persone alle quali il grande fiorentino accenna e che si suppone possano essere accostate alla Tuscia, come la “Selva Cimina” probabile ispiratrice dei primi versi del poema; il terribile carcere della Malta.

I riferimenti riguardanti il sacrilego omicidio del principe inglese Enrico di Cornovaglia per mano di Guido e Simone Montfort nella chiesa di San
Silvestro o la famosa “callara” del Bulicame più volte citata nell’Inferno lasciano intendere che Dante, nel corso del suo viaggio verso Roma, ha avuto la possibilità di approfondire le sue conoscenze dei luoghi. E probabilmente venne a sapere pure della vicenda di una giovinetta viterbese che, sebbene gravemente malata, professò la sua fede brandendo il crocifisso davanti agli eretici che alla metà del XIII secolo, appena cinquant’anni prima del pellegrinaggio giubilare del poeta, erano ben numerosi a Viterbo. Il nome della rosa, che è anche quello della santa, ricorre più volte nel Purgatorio e nel Paradiso danteschi e, alla fine dell’opera, per definire il candore dell’armonia celeste.

Il volume è impreziosito dalla copertina che riproduce l’incisione del disegno di Adolf Kunst (1882-1937) il più importante e raffinato artista europeo del primo ‘900 e all’interno contiene ventiquattro Ex libris su Dante e la Divina Commedia, opere di autori italiani e stranieri appartenenti alla straordinaria collezione del bibliofilo Massimo Battolla.

Giuseppe Rescifina

giornalista, saggista, autore di testi teatrali e di ricerche di Antropologia della religione, da anni si occupa delle opere di Dante, che ha anche interpretato in performances e diffuso in “lectio”.

Nel 2015, per i tipi della Serena Editrice di Viterbo, ha pubblicato il saggio “Dante e la Tuscia. Personaggi, luoghi, simboli e un’ipotesi suggestiva”. Di origini siciliane, Rescifina è stato redattore e inviato del Giornale di Sicilia; ha contribuito, assieme ad un gruppo di colleghi; alla fondazione del Corriere di Viterbo; ha lavorato per il Corriere dell’Umbria ed ha redatto numerosi servizi su realtà laziali, umbre e toscane per il Corriere della Sera.

MODALITA’ DI VISITA

Appuntamento presso il Museo della Città, Civico e Diocesano di Acquapendente, Via Roma 85

PRENOTAZIONE ENTRO IL GIORNO PRECEDENTE!

TARIFFARIO

EVENTO GRATUITO

INFO E PRENOTAZIONI

PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI entro le ore 18.00 del giorno precedente

Coop. L’Ape Regina

Dettagli

Data:
Luglio 2
Ora:
17:00 - 19:00
Prezzo:
GRATIS
Categoria Evento:

Luogo

Museo della Città civico e Diocesano di Acquapendente