Educazione ambientale, archeologia sperimentale e fattorie didattiche


Sentieri della Riserva Monte Rufeno

sentieri_riserva_turismo_ape_regina (1)

Escursioni guidate nei boschi e sui sentieri della Riserva Monte Rufeno su terreni battuti che spesso coincidono o s’intersecano con le vecchie strade interpoderali, tra casali, fontanili e corsi d’acqua. Lontano dal traffico cittadino immersi tra natura e storia contadina.

Qui sotto potete trovare alcuni itinerari selezionati appartenenti a questa categoria, suddivisi in base alla difficoltà e alla lunghezza. Altri sentieri possono essere visionati consultando la mappa cartacea in vendita presso il Centro Visite del Comune di Acquapendente o acquistabile on-line su http://shop-online.etul.it/.

I SENTIERI DELLA RISERVA MONTE RUFENO

IL SENTIERO “NATURA DEL FIORE”

2 ore facile NO passeggini e NO difficoltà motorie 3 km mappa

Foto Simone Grillo

Il Sentiero Natura del Fiore, stazione esterna del Museo del Fiore, offre a tutti i suoi visitatori, l’opportunità di scoprire, le più belle fiorituredella Riserva, di cui le orchidee costituiscono un valido ma non isolato esempio. Il percorso, adatto anche ai bambini, attraversa aree di rimboschimento di conifere, risultato dell’intervento dell’uomo nel tempo, e consente di raggiungere il torrente Subissone. Un corso d’acqua che traccia il confine sud dell’area protetta e congiunge Torre Alfina all’antico tratto della via Salara attraverso un bellissimo ponte romano. Lungo il suo percorso le briglie creano, qua e là, cascatelle e giochi d’acqua. In prossimità del ponte è possibile apprezzare un vecchio modello di mulino ad acqua, di recente ristrutturazione e perfettamente funzionante.

IL SENTIERO “LA SCIALIMATA”

6 ore medio/difficile NO passeggini 9.5 Km mappa

sentieri della riserva monte rufenoQuesto sentiero prende il nome dalla presenza di un esteso fenomeno franoso, in dialetto locale “scialimata” e localizzato sul versante sud della Riserva Naturale Monte Rufeno, nei pressi della frazione di Torre Alfina. Restano evidenti le testimonianze del podere che qui esisteva fino a trent’anni fa: un vecchio uliveto, muretti a secco ed una piccola “troscia” dove ora vivono indisturbati tritoni, rane ed affascinanti invertebrati come notonette e ditiscidi.

IL SENTIERO “ACQUACHIARA”

6 ore difficile NO passeggini 9.5 Km mappa

sentieri della riserva monte rufenoIl sentiero naturalistico “Acquachiara” si snoda nella zona dell’ omonimo corso d’acqua, costeggiandone le sponde in alcuni tratti. Il torrente è caratterizzato dalla purezza delle sue acque e dalla naturalità del paesaggio che lo circonda, selvaggio ed ancora incontaminato. Questo percorso di media lunghezza, è destinato alle persone a cui piace fare camminate all’aria aperta, lontano dai rumori, in perfetta tranquillità. Lungo il sentiero si possono osservare varie specie di animali e piante, tipici della Riserva, rocce affioranti dal terreno, vecchie tracce del lavoro umano, come carbonaie, campi rimboschiti, vigne incolte ed oliveti.

IL SENTIERO “ACQUACALDA”

2 ore medio-facile NO passeggini 3.6 Km mappa

Il punto di partenza si trova nei pressi del casale “Casone” dove si attraversa un’area aperta piuttosto frequentata dalla fauna selvatica. Superata la radura il sentiero prosegue all’interno di un boschetto fresco, ricco di massi ricoperti di muschi e felci. Le particolari condizioni climatiche hanno favorito lo sviluppo di specie come tiglio, nocciolo, carpino bianco che insieme ad alcune “lianose” conferiscono a questo breve tratto di sentiero l’aspetto di un tunnel vegetale. Si scende di nuovo sulla strada sterrata e si arriva al fosso dell’Acquacalda che nasce in riserva dalle pendici del Monte Rufeno, scorre sul tipico substrato argilloso regalando lungo il suo percorso salti d’acqua anche di una certa importanza. Si entra in Riserva attraverso il passaggio pedonale dell’ingresso n° 2.

 

IL SENTIERO “MONTE RUFENO”

3 ore medio-facile NO passeggini 3.5 Km mappa

Il sentiero escursionistico “Monte Rufeno” inizia appena superato l’ingresso n°3 della Riserva. Dopo un breve tratto di strada rotabile s’incrocia a sinistra una pista ciclabile. Oltre ad un agevole percorso in gran parte ombreggiato, la pista offre la possibilità di osservare alcune fioriture fra le quali alcune orchidee. Lungo questo breve tratto di strada, i punti di interesse sono numerosi:la Capanna dell’ultimo carbonaio di monte Rufeno e la carbonaia; il Fosso del Gambero che ospita varie forme di vita. Uscendo dalla frescura del torrente inizia la salita al Monte Rufeno, all’interno del bosco di castagno e, quando al castagno si sostituisce la pineta, siamo in prossimità dell’arrivo al casale Monte Rufeno che ospita l’Osservatorio astronomico della Riserva. Oltre alla “volta celeste” da questa quota (734 m slm) si osserva uno splendido panorama sui boschi della Riserva. Ora si discende verso valle e poco dopo aver superato un vecchio casale diroccato, si giunge al punto di partenza.

IL SENTIERO “LA FONTE”

2 ore facile NO passeggini 3 Km mappa

sentieri della riserva monte rufenoIl percorso, non particolarmente impegnativo, si trova nella parte più settentrionale della Riserva, a confine con Umbria e Toscana. A differenza degli altri sentieri presenti all’interno della Riserva Naturale Monte Rufeno, “La Fonte” è progettato per essere percorso non solo a piedi, ma anche dagli appassionati delle gite a cavallo. Il suo nome è dovuto alla presenza di una sorgente di acqua, freschissima e raccolta in parte dal fontanile presente sulla strada interpoderale di collegamento tra i casali Palombaro, Poder Vecchio e Monaldesca. Intorno ai casali i terreni che un tempo erano campi coltivati, oggi sono “coperti” da pinete di specie diverse, ma la vegetazione tipica della zona è invece il bosco misto di latifoglie con prevalenza di querce, cerro e roverella.

Altri sentieri possono essere visionati consultando la mappa cartacea in vendita presso il Centro Visite del Comune di Acquapendente e anche on line sul sito o acquistabile on-line su eTUL.it.

È possibile organizzare escursioni guidate di un’intera giornata o soltanto di poche ore, tutti giorni dell’anno, scegliendo tra più percorsi della Riserva Monte Rufeno. Per chi ne avesse necessità può essere prenotata una guida multilingua (con un preavviso di almeno una settimana).

Al termine delle passeggiate, si possono prevedere delle degustazioni a base di prodotti tipici del territorio: olio, vino, marmellate, miele, legumi, formaggi… e su richiesta, anche visitare i poli museali presenti nell’area protetta.