Educazione ambientale, archeologia sperimentale e fattorie didattiche


La Bellezza Svelata (Museo della città)
esposizione di opere restaurate


La Bellezza Svelata

dai laboratori di restauro di Acquapendente e Viterbo

Mostra temporanea

Palazzo vescovile – Museo della città di Acquapendente

A cura di Andrea Alessi e Claudio Strinati

Verranno consegnati, dopo un grande lavoro durato diversi mesi, i primi otto reperti recuperati dal laboratorio di restauro per il territorio della Regione Lazio guidato da Paola Sannucci (anche direttore tecnico dei laboratori di restauro di Palazzo Barberini e Palazzo Corsini di Roma) e dal neonato laboratorio interno al museo, specializzato nel restauro ligneo e coordinato da Roberta Sugaroni.

E’ stata una grande emozione – ricorda il direttore del museo, Andrea Alessi – osservare dal vivo tutte le fasi di recupero di questi primi manufatti, le cui risultanze verranno presentate proprio in occasione di questa esposizione. Si tratta di un grande lavoro effettuato da due laboratori di comprovata esperienza, che si sono spesi ben oltre la naturale abnegazione, mettendo in campo non solo tutta la loro esperienza per riportare alla luce opere di grande valore e straordinaria bellezza, ma investendo anche in tecniche diagnostiche e dispensando consigli utili ad una maggiore comprensione di tutte le fasi del recupero del manufatto stesso”.

Grazie a questi nuovi dati è stato possibile rivedere le attribuzioni, la datazione e il contesto storico di tutte le opere che saranno esposte – conclude Alessi – attraverso una chiave di lettura totalmente nuova e con il supporto di uno studioso di chiara fama come Claudio Strinati. E’ il caso di una stupenda Madonna con bambino che verrà presentata come un rarissimo autografo di Filippo Germisoni detto il Moletta, attivo su basi documentarie a Roma e nella provincia di Viterbo accanto ad un grande protagonista come Marco Benefial”. “Un’opera – dichiara Claudio Strinati – che presenta un’interessante connessione con quella scuola, anomala e raffinata, che ebbe in Benefial il suo esponente di punta e che rende il nostro dipinto di estremo interesse”.

Verrà ripresentato al pubblico anche un ritratto di papa Clemente XIV la cui qualità, svelata dai restauri, ha confermato trattarsi di un autografo di Giovanni Domenico Porta, ritratto nella sua iconica immagine benedicente. Magnifici i bagliori di luce degli ori, realizzati con trascurata maestria, che, risaltando nitidi dalla veste di velluto rosso, fanno da contrappunto alla fisionomia del pontefice, resa con grande perizia tecnica e intensità magistrale.

Chiuderanno la mostra una sezione di arte liturgica con due splendidi reliquari di San Giusto e di Santa Elisabetta (il primo datato 1645; il secondo dei primi del XVIII secolo) a cui si affianca una croce astile in legno scolpito, dorato e argentato del XVIII secolo e un raffinatissimo altarolo in legno dorato e argentato riproducente l’iconografia del Cristo del Sacro Cuore (la cui datazione oscilla tra la fine della seconda metà del XVIII secolo e gli inizi del XIX secolo) appartenuti ai frati francescani vissuti nel limitrofo convento aquesiano.

Tutte queste opere, precedentemente collocate nei depositi, saranno, a partire da questa mostra, parte integrante del percorso del museo, completamente rivoluzionato per l’occasione.

[FONTE: http://arte.it/calendario-arte/viterbo/mostra-la-bellezza-svelata-dai-restauri-dei-laboratori-di-acquapendente-e-viterbo-46411#]

 

Rassegna stampa

LA BELLEZZA SVELATA

La Bellezza svelata dai restauri dei laboratori di Acquapendente e Viterbo – Arte.it – 30/11/2017

 

 

 

 

INTERVISTA CLAUDIO STRINATI – ANDREA ALESSI – SU ARTE.IT:

AD ACQUAPENDENTE, IL MUSEO “RITROVATO” SVELA I SUOI ANTICHI GIOIELLI

[...] La mostra, che, come ribadisce Strinati, mostra i risultati di una serie di riscoperte e che accende i riflettori su un museo piccolo, ma ricco di opere meritevoli di interesse, consentirà di ammirare lavori tornati a brillare grazie al restauro.[...]

[FONTE: http://www.arte.it/notizie/viterbo/ad-acquapendente-il-museo-ritrovato-svela-i-suoi-antichi-gioielli-13795]

 

“La Bellezza svelata” – artri bune – 03/12/2017

La mostra è frutto della collaborazione del Museo della città – civico e diocesano di Acquapendente con la Soprintendenza di Roma, Regione Lazio, Provincia di Viterbo e Diocesi di Viterbo con i due principali laboratori di restauro di Viterbo e Acquapendente. [...]

[FONTE: http://www.artribune.com/mostre-evento-arte/la-bellezza-svelata-dai-laboratori-di-restauro-di-acquapendente-e-viterbo/]

 

“La Bellezza svelata dai laboratori di restauro di Acquapendente e Viterbo” – exibart.com – 15/12/2017

[...] “Un’opera – dichiara Claudio Strinati – che presenta un’interessante connessione con quella scuola, anomala e raffinata, che ebbe in Benefial il suo esponente di punta e che rende il nostro dipinto di estremo interesse. La Madonna col bambino è un dipinto significativo e di qualità raffinata databile, su base stilistica, entro il primo quindicennio del Settecento, contrassegnato da un disegno fermo e circoscritto e da un morbido e delicato impasto cromatico smussato da un chiaroscuro sensibile e tenero”. [...]

[FONTE: http://www.exibart.com/profilo/eventiV2.asp?idelemento=173299]

“La Bellezza svelata” -  exibart.com – 07/12/2017

[...] la Madonna col bambino è un dipinto significativo e di qualità raffinata databile, su base stilistica, entro il primo quindicennio del Settecento, contrassegnato da un disegno fermo e circoscritto e da un morbido e delicato impasto cromatico smussato da un chiaroscuro sensibile e tenero [...]

[FONTE: https://service.exibart.com/comunicati-stampa/la-bellezza-svelata-dai-laboratori-restauro-acquapendente-viterbo/]

 

L’arte incontra la cucina: chef stellati al Museo – ad Acquapendente una mostra curata da Strinati ed Alessi e una cena con “La Parolina” – Il Corriere di Viterbo – 02/12/2017

 

 

Restauri e nuovi studi: Opere in mostra – Corriere di Viterbo – 04/12/2017

 

 

 

La Bellezza Svelata dai restauri – Corriere di Viterbo – 15/12/2015

 

“La Bellezza svelata” a cura di Andrea Alessi e Claudio Strinati inaugura il 15 dicembre – La fune – 02/12/2017

“È stata una grande emozione – ricorda il direttore del museo, Andrea Alessi – osservare dal vivo tutte le fasi di recupero di questi primi manufatti, le cui risultanze verranno presentate proprio in occasione di questa esposizione”

[FONTE: http://www.lafune.eu/la-bellezza-svelata-a-cura-di-andrea-alessi-e-claudio-strinati-inaugura-il-15-dicembre/]

 

La Madonna col Bambino del Museo di Acquapendente è un capolavoro del Settecento – La fune – 18/09/2017

Tra i pareri resi, c’è proprio quello di un grande specialista del settore, come l’ex soprintendente al Polo museale di Roma Claudio Strinati che lo riferisce a Filippo Germisoni detto il Moletta, un importante artista del Settecento italiano, nipote del pittore cortonesco Pier Francesco Mola e vincitore del primo premio al concorso bandito dall’Accademia di San Luca nel 1681.

[FONTE: http://www.lafune.eu/la-madonna-col-bambino-del-museo-di-acquapendente-e-un-capolavoro-del-settecento/]

IL MUSEO RITROVATO DI ACQUAPENDENTE – Mam-e – 12/12/2017

[...] Il museo civico e diocesano di acquapendente apre le sue porte dopo il restauro al museo ritrovato. Il Palazzo Vescovile sede del Museo della Città di Acquapendente, inaugurerà la mostra La Bellezza svelata dai restauri dei laboratori di Acquapendente e Viterbo, Il Museo ritrovato. Evento curato da Andrea Alessi, direttore del Museo e Claudio Strinati. Presenterà al pubblico i primi 8 capolavori dopo i lunghi restauri presso il laboratorio per il territorio della Regione Lazio. [...]

[FONTE: http://www.mam-e.it/arte/museo-ritrovato-di-acquapendente/]

In mostra “La Bellezza svelata dai laboratori di restauro di Acquapendente e Viterbo” – Orvieto News – 03/12/2017

Dopo un grande lavoro durato diversi mesi, verranno consegnati così i primi otto reperti recuperati dal laboratorio di restauro per il territorio della Regione Lazio guidato da Paola Sannucci, direttore tecnico dei laboratori di restauro di Palazzo Barberini e Palazzo Corsini di Roma, e dal neonato laboratorio interno al museo, specializzato nel restauro ligneo e coordinato da Roberta Sugaroni.

[FONTE: http://www.orvietonews.it/cultura/2017/12/03/in-mostra-la-bellezza-svelata-dai-laboratori-di-restauro-di-acquapendente-e-viterbo-58889.html]

“La Bellezza svelata” Una mostra a cura di Andrea Alessi e Claudio Strinati -  arts life – 04/12/2017

[...] Grazie a questi nuovi dati è stato possibile rivedere le attribuzioni, la datazione e il contesto storico di tutte le opere che saranno esposte – conclude Alessi – attraverso una chiave di lettura totalmente nuova e con il supporto di uno studioso di chiara fama come Claudio Strinati. [...]

[FONTE: http://www.artslife.com/2017/12/04/195145/]

 

Acquapendente, successo per i laboratori di restauro – OnTuscia – 26/11/2017

In attesa della presentazione del programma pre-natalizio che si preannuncia ricchissimo e variegato la Cooperativa Ape Regina di Acquapendente ha svelato i programmi che si snoderanno presso il Museo della Città (Palazzo Vescovile) fino a venerdì 15 Dicembre.

[FONTE: https://www.ontuscia.it/acquapendente/257082-257082]

 

Andrea Alessi colpisce ancora e porta il pubblico a cena nel Museo d’Acquapendente – La Fune – 23/11/2017

C’è del genio ad Acquapendente, ma questo ai lettori de La Fune è noto già da un po’ di tempo. Era la metà di ottobre di un anno fa quanto abbiamo dato una buona notizia. Miracolo ad Acquapendente, Andrea Alessi fa risorgere il Museo della Città, questo il titolo allora scelto.

E a distanza di 13 mesi Alessi, che intanto di nuove avventure nei panni di direttore ne ha macinate, torna a stupire. Venerdì 15 dicembre, segnare in agenda please!, è il giorno de ‘La Bellezza Svelata’. Il Museo civico e diocesano della città di Acquapendente apre a una mostra importante, mettendo al centro opere rimesse in sesto dai laboratori di restauro di Acquapendente e Viterbo.

Ma non è solo la dimensione artistica a fare la differenza. Alessi, da bravo direttore, ci mette dentro marketing aziendale di visione: la cena nelle sale del Museo. Così l’evento del 15 risulta composto da: ore 17,30 inaugurazione mostra; 19.30 aperitivo; 20,30 cena.

E alla grande qualità ed eleganza dell’idea si somma una scelta azzeccata anche nella scelta di chi metterà in essere la cena stessa: La Parolina. Il menù suona così: Uovo in carbonara dry Crema di ceci, castagne e spuma di scalogna; Cappelletti con sugo di arrosto Reale di vitello Broccoletti e alici; Rocher al frutto della passione e mascarpone. L’inaugurazione sarà accompagnata da momenti musicali e dalla voce della solista Luisella Capoccia.

Ad Acquapendente c’è chi ha visione delle cose. Questo è un bel segnale per tutto il territorio. Andate e mangiatene tutti. Per un’esperienza unica che ridisegna la percezione delle realtà museali e le porta al centro dell’immaginario delle persone.

[FONTE: http://www.lafune.eu/andrea-alessi-colpisce-ancora-e-porta-il-pubblico-a-cena-nel-museo-dacquapendente/]

 

Il direttore del Museo della città di Acquapendente, Andrea Alessi

Un’inaugurazione indimenticabile! Tantissime le autorità presenti anche del Mibact, con Claudio Strinati in conference call, il funzionario della Soprintendenza Tiziani, ma non solo. Il sindaco Ghinassi, il vicesindaco Bellavita e l’assessore alla cultura Zannoni, Il vescovo Fumagalli, con l’ing. Tosini e il parroco Don Enrico, il Prefetto, i vertici delle forze dell’ordine, il Principe Alessandrojacopo Boncompagni Ludovisi e consorte, il presidente della Fondazione Carivit Mario Brutti, i parlamentari Alessandro Mazzoli e Alessandra Terrosi.

E poi tantissimi tecnici tra restauratori e storici dell’arte tra cui Paola Sannucci, direttore tecnico dei laboratori di restauro di Palazzo Barberini e Corsini di Roma e coordinatore di quello di Viterbo e Roberta Sugaroni, coordinatore del laboratorio interno al museo, affiancate da Anna Tozzi, Graziella Cattafi, Paola Borghesi, Francesca Tufo e davvero moltissimi altri operatori di settore, comprese le persone che al museo ci lavorano ogni giorno per renderlo piacevole e interessante a tutti. Grazie a Romano Gordini della Parolina, a Gianna Bisti dell’associazione Arisa e Luisella Capoccia per averci deliziato con la tua voce accompagnata al piano da Elena Bazzuoli.

Grazie all’archeloclub (e al suo presidente Pino Ciacci) e a L’Ape Regina (con le mie splendide collaboratrici). Grazie a tutti i presenti, avete reso davvero speciale questa inaugurazione.


ALTRE FONTI

Per visitare la mostra

DURATA: 2 ore
COSTI: in apertura ordinaria con biglietto d’ingresso del Museo (€2 ridotto, €3 ordinario), su prenotazione con richiesta di preventivo.
NOTE: senza prenotazione nei giorni di apertura del Museo, su prenotazione tutti gli altri giorni
VISITA IN LINGUA (inglese e francese): su prenotazione con preavviso di almeno 2 giorni
CONTATTI:Ufficio Turistico – L’Ape Regina Viaggi: 0763-730246 oppure 0763-730065 - mobile: 388.8568841 – aggiungici anche su Whatsapp – mail: eventi@laperegina.it

La visita può essere inserita all’interno di un pacchetto turistico di mezza giornata che prevede anche un tour in paese con visita alla Basilica del Santo Sepolcro di Acquapendente e la Cripta, con apertura e visita della Pinacoteca San Francesco.

Salva

Salva

Salva

Salva