Educazione ambientale, archeologia sperimentale e fattorie didattiche


La Valle del Paglia
itinerario di Adio Provvedi e Filippo Belisario

la Valle del Paglia

La valle del fiume Paglia”

Passeggiate guidate

Ogni luogo può essere raccontato, disegnato o fotografato in mille modi diversi, ma è solo andandoci che potremo dire di averne percepito fino in fondo lo spirito.

Il percorso proposto parte da Trevinano, costeggia San Casciano dei Bagni, Cetona, Radicofani, Centeno ed infine Acquapendente.

[...] Lungo il percorso incontreremo delle affascinanti “Case coloniche”, la cui presenza è uno dei segni indelebili che la mezzadria ha lasciato sul territorio. La casa colonica era il centro della vita del podere, al piano superiroe c’era la grande cucina, comunemente detta “casa”, con il focolare che rimaneva acceso anche d’estate dato che non c’era altro sistema che la bracie per cucinare, e la tavola dove la famiglia si riuniva per mangiare [...]

DURATA: mezza giornata
DIFFICOLTÀ: media
LIMITAZIONI: non adatto a chi ha difficoltà motorie
LUNGHEZZA: da 7 a 11 km
RICHIESTA PRENOTAZIONE: Ufficio Turistico – L’Ape Regina Viaggi: 0763-730246 oppure 0763-730065 - mobile: 388.8568841 – aggiungici anche su Whatsapp – mail: coop.laperegina@gmail.com

Organizziamo passeggiate di un’intera giornata o soltanto di poche ore.

La Cooperativa L’Ape Regina organizza escursioni, mini trekking e passeggiate lungo la Valle del Paglia tutti i giorni dell’anno, con l’opportunità di avere una guida multilingua (con un preavviso di almeno una settimana). E’ possibile prenotare un pacchetto turistico che prevede la scelta del percorso e la durata in base alle vostre richieste.

Al termine delle passeggiate, si possono prevedere delle degustazioni a base di prodotti tipici del territorio: olio, vino, marmellate, miele, legumi, formaggi oppure mangiare in un agriturismo della zona a prezzo convenzionato. Su richiesta è possibile anche visitare i poli museali presenti nell’area.

 

Il fiume Paglia è il principale affluente di destra del Tevere. Nasce a circa 1.000 m s.l.m. alle pendici meridionali del monte Amiata (1.738 m) in località Pian dei Renaì (comune di Abbadia San Salvatore). Attraversa le province di Siena, Viterbo e Terni e sfocia nel Tevere a Sud-Est di Orvieto; è lungo circa 86 km ed ha un regime prevalentemente torrentizio.

Confluisce nel Tevere a valle del lago di Corbara, tra Orvieto e Baschi, dopo aver percorso circa 86 km attraversando da Nord-Ovest a Sud-Est le regioni Toscana, Lazio e Umbria.

Il Paglia raccoglie lungo il suo corso numerosi affluenti; fra questi alcuni sono di scarsa importanza, mentre altri hanno una notevole portata e sono responsabili delle piene del fiume. In particolare gli affluenti di destra, provenendo dal ripido altopiano di origine vulcanica che sovrasta la sua riva, hanno una notevole pendenza e le loro acque acquistano notevole velocità, impedendone il regolare smaltimento.

Nel 2005 il Medio corso del Fiume Paglia è stato proposto come sito di interesse comunitario.

Lungo le sue sponde ptrete ammirare radi esemplari di pioppo nero e salice rosso; attraversare cerrete caratterizzate da specie arboree tra cui il cerro, il sorbo, l’orniello, l’acero campestre, con la presenza di un fitto tappeto di edera, e salendo più in quota bellissimi castagneti.

Non è raro avvistare lungo il percorso diverse specie di uccelli e pesci e mammiferi.

Questo percorso è uno degli tinerari indicati nel Taccuino n° 5 del Museo del fiore: Chi lascia la strada bianca per la nuova … 10 itinerari e 1000 paesaggi sulla viabilità minore fra Lazio, Umbia e Toscana; di Adio Provvedi e Filippo Belisario.

Il libro può essere acquistato alla Torre Julia de Jacopo – Centro Visite del Comune di Acquapendente (VT) o presso il Museo del fiore.