Educazione ambientale, archeologia sperimentale e fattorie didattiche

Trekking urbano Via Francigena
Francigena Marathon

Starts: June 04 @ 16:30

Ends: June 04 @ 19:00

Address: Torre Julia de Jacopo Acquapendente (VT)

trekking urbano via francigenaTrekking urbano sulla Via Franciegena Acquapendente

con visita alla Basilica del Santo Sepolcro e alla Pinacoteca al Chiostro di San Francesco

visita guidata all’interno del programma

Francigena Marathon 2016

sabato 4 giugno 2016

ore 16:30 – 19:00

[scarica la locandina .jpg] [scarica il comunicato .doc]

#trekkingurbano #passeggiate #cittadarte #basilica #santosepolcro #acquapendente #gerusalemmedeuropa #european #francigena #marathon #europeanfrancigenamarathon #passeggiate #sigerico #camminata

In occasione del Giubileo straordinario della Misericordia (2015-2016), dell’850° anniversario del ricordo della Madonna del Fiore di Acquapendente e della IV edizione della Francigena Marathon, il Comune di Acquapendente, il Museo della città e la coop. L’Ape Regina organizzano una visita guidata straordinaria al borgo di Acquapendente percorrendo l’antica Via Francigena.

Sabato 4 giugno gli appassionati di storia dell’arte potranno fare una piacevolissima passeggiata nel borgo di Acquapendente e visitare in via del tutto straordinaria sia la Basilica del Santo Sepolcro con la sua Cripta romanica che la Pinacoteca allestita nel Chiostro di San Francesco.

L’iniziativa, organizzata da L’Ape Regina in collaborazione con il Museo della città, vuole essere un modo nuovo per visitare questo incantevole borgo di origine medievale, coniugando il piacere per una sana pratica fisica con l’amore per i monumenti che la storia e l’arte hanno consegnato a noi posteri. La guida che accompagnerà i partecipanti illustrerà lungo il percorso la storia del borgo e dei monumenti più rilevanti di Acquapendente, secondo un itinerario di difficoltà medio/bassa pensato appositamente per consentire al numero più elevato possibile di visitatori di aderire all’iniziativa.

Mentre percorreranno il tratto urbano dell’antica Via Francigena, i partecipanti avranno l’opportunità di ammirare la Basilica del Santo Sepolcro con la splendida cripta romanica che custodisce il sacello omonimo, le fontane monumentali e gli esempi più significativi dell’edilizia residenziale rinascimentale aquesiana, come il monumentale Palazzo Viscontini ed il Palazzo Vescovile, i complessi conventuali di Sant’Agostino e di San Francesco, dove è ospitata la Pinacoteca civica, che per l’occasione verrà aperta in via straordinaria mostrando al pubblico la quadreria del convento con pregevoli esemplari di arte figurativa datati dal XV al XIX secolo.

NOTE TECNICHE

L’appuntamento con i visitatori è sabato 4 giugno alle ore 16:00, davanti alla Torre Julia de Jacopo. Il percorso si svilupperà ad anello per circa 5 km intorno e dentro le mura cittadine. L’escursione terminerà entro le ore 19:00. Si raccomanda l’uso di abbigliamento e scarpe comode. Costo: 7 €/partecipante.

COME PRENOTARE E AVERE MAGGIORI INFORMAZIONI

Per prenotare il tour guidato telefonare alla Coop L’Ape Regina allo 0763-730065 oppure al Centro Visite del Comune di Acquapendente al numero verde gratuito 800-411.834 interno zero, entro le ore 13 di venerdì 3 giugno. Per ulteriori informazioni potete mandare un email a eventi@laperegina.it.

COME ARRIVARE AD ACQUAPENDENTE:

Acquapendente si trova all’altezza del km 130 della SS Cassia, tra Viterbo e Siena. Si può raggiungere anche tramite l’A1, uscita Orvieto. Con un autobus della linea COTRAL

IL PERCORSO DEL TREKKING URBANO

3 ore medio/facile adatto a tutti 5 km

 

LA BASILICA DEL SANTO SEPOLCRO DI ACQUAPENDENTE E LA SUA CRIPTA ROMANICA

#arte, #cultura e #religione nell’Alto #Lazio

tour sacro

Situata nel centro Italia, Acquapendente rappresenta il luogo ideale per il riposo e la meditazione. Sede di un’antichissima Cripta che contiene nelle forme il sacello di Gerusalemme, diviene meta ambita di pellegrini e appassionati.

La cripta del S. Sepolcro costituisce, per il gioco di colonne ed archi e per la sua antica origine ( metà del XII secolo), uno degli esempi più caratteristici ed importanti di cripte romaniche in Italia. Occupa lo spazio sottostante il transetto e l’abside della omonima cattedrale; le 24 colonne che la costituiscono suddividono la pianta in nove piccole navate, coperte da volte a crociera costolonate, che formano una caratteristica “T”. [continua a leggere]

LA PINACOTECA DI ACQUAPENDENTE

#arte #cultura #Lazio #Pinacoteca

tour sacroLa Pinacoteca del Museo della città di Acquapendente ospita una delle raccolte più interessanti del territorio viterbese non solo per la qualità delle singole opere (vanta infatti la presenza di dipinti di Sano di Pietro, del Maestro di Marradi, di Francesco Nasini) ma anche per la stretta connessione che è possibile stabilire tra queste ultime, le vicende artistiche legate al territorio e alla storia del Convento dei Frati Minori Conventuali, che risulta occupato dai francescani, insieme all’annessa chiesa, dal 1255. [leggi altre info su la Pinacoteca]

LA CHIESA DI SAN FRANCESCO

tour sacroLa chiesa di San Francesco sorge sul luogo di una chiesa più antica, dedicata all’Assunta nel 1149 e donata ai Francescani nel 1255. I frati costruirono un nuovo edificio in forme gotiche, la cui navata fu rimodellata nel 1747.

Il campanile è del 1506. Nella chiesa sono conservate numerose opere d’arte, tra le quali spiccano per imponenza le quattordici statue lignee raffiguranti gli Apostoli e i Santi Giovanni Battista e Giuseppe, scolpite nel 1752 da Giacomo Bulgarini.

Di particolare rilevanza sono gli affreschi del presbiterio, realizzati da Francesco Nasini alla metà del XVII secolo e raffiguranti la Morte di Sant’Antonio da Padova (a sinistra), la Canonizzazione del Santo (a destra), l’Assunzione di Maria (al centro) e figure di Virtù (sulla volta).

LA VIA FRANCIGENA

tour sacro

La Via Francigena ha sempre rappresentato per Acquapendente una straordinaria risorsa dal punto di vista spirituale come opportunità di arricchimento della persona, dal punto di vista culturale come momento di incontro con persone provenienti da paesi diversi, dal punto di vista commerciale come occasione di scambio di merci e prodotti di tutta Europa.

Lo stesso sviluppo urbanistico della città è stato ampiamente influenzato dal passaggio dell’antica direttrice che ha visto nascere nei secoli pievi, abbazie, ospizi e locande proprio lungo il suo tracciato.

È interessante notare che le architetture civili e religiose di maggior pregio sorgono tutte lungo questo tratto e che il pellegrino moderno che si trova a passare lungo queste vie non può che restare affascinato dai numerosi luoghi sacri che testimoniano la spiritualità di questa città e dai pregevoli edifici civili che rappresentano importanti vestigia del passato. [leggi le info sul Ventennale della Via Francigena]
Informazioni utili sul tratto aquesiano della via Francigena, possono essere scaricate anche dalla “Guida del pellegrino“.