Educazione ambientale, archeologia sperimentale e fattorie didattiche

Una vita a testa in giù
la vita dei pipistrelli

Starts: February 07 @ 15:00

Ends: February 07 @ 17:00

Address: Museo del fiore - Località Giardino - Torre Alfina - Acquapendente (VT)

UNA VITA A TESTA IN GIU’ 

approfondimento e drammatizzazione guidata sui pipistrelli


Domenica 7 febbraio 2016

ore 15:00 – 17:00

#carnevale2016 #pipistrelli #riservanaturale #museo #Musei + #Insegnanti + #Genitori + #Studenti = #MuseumSchool  #scuoladigitale #laboratorididattici @famigliealmuseo #Università #paesaggio #educazioneambientale @PiccoliMusei @MuseiDigitali @svegliamuseo #tuscia #lazio  #FAMuitalia2016 #unmuseoperibambini #Museumschool @kid_pass @kidsarttourism ‏#maschere #drammatizzazione

[scarica il comunicato stampa .doc] [scarica la locandina .jpg]

E’ arrivato il carnevale … una maschera originale? Il pipistrello!!! Ma non il solito bat-man!

Sopriremo come trasformarsi in pipistrelli per un giorno, con un approfondimento tematico sulla vita e le abitudini dei pipistrelli in compagnia delle naturaliste della Riserva Naturale Monte Rufeno e una drammatizzazione guidata. La giornata è dedicata a tutti gli appassionati, amanti o semplicemente incuriositi che vogliono avvicinarsi al mondo dei chirotteri.

Lo sapevate che un pipistrello adulto riesce a cacciare dai 50 ai 10.000 insetti ogni notte? Cosa fate se un pipistrello vi entra in casa? è inutile mettersi a strillare brandendo una scopa, lo spaventereste rischiando di farvelo intrigare nei capelli o di farlo ferire gravemente. Semplicemente aprite la finestra, spegnete la luce e rimanete al buio per qualche minuto, quando riaccenderete se ne sarà andato come è entrato. Esistono i “pipistrelli succhiatori di sangue“? Si, sono gli ematofagi, ma sono 3 specie che vivono nell’America tropicale e predano uccelli e bovini, quindi state tranquilli, non vi stanno puntando!

Queste ed altre curiosità verranno svelate domenica 7 febbraio 2016 dalle 15.00 alle 17.00 al Museo del fiore di Acquapendente (fra. Torre Alfina). La Riserva sta monitorando da tempo la vita dei pipistrelli che abitano questo territorio, le naturaliste Dott.ssa Antonella Palombi e Dott.ssa Moica Piazzai, risponderanno a tutte le vostre curiosità e vi sveleranno anche molti segreti.

Costo: €5/partecipante

INFO E PRENOTAZIONI

Coop L’Ape Regina allo 0763-730065 oppure al Centro Visite del Comune di Acquapendente al numero verde gratuito 800-411.834 interno zero; email info@museodelfiore.it, eventi@laperegina.it

 LA BAT BOX DEL MUSEO DEL FIORE

Noi non siamo ancora riusciti a filmare i “nostri pipistrelli” che hanno colonizzato la Bat Box del Museo del fiore, ma nella Riserva Naturale Monte Rufeno c’è chi ci è riuscito, godetevi questo video.

pubblicazione pipistrelli bat news

UN PIPISTRELLO PER AMICO: guida ai pipistrelli e alle bat box

Consulta on line la pubblicazione…

I PIPISTRELLI NELL’ALTO LAZIO – LA RISERVA NATURALE DI MONTE RUFENO

[FONTE: http://www.parks.it/riserva.monte.rufeno/pdf/Dichiarazione.Ambientale.pdf]

Il monitoraggio della chirottero- fauna rientra tra le attività di monitoraggio  faunistico svolte dal personale della Riserva Monte Rufeno ormai da diversi anni, in maniera più sistematica dal 2006.

L’obiettivo è stato quello di acquisire il maggior numero di informazioni sulla comunità di Chirotteri presenti nella Riserva con l’individuazione dei siti di svernamento e di riproduzione delle varie specie, definizione della consistenza numerica, degli habitat frequentati. Inoltre ci si proponeva di evidenziare i principali fattori di minaccia e pianificare possibili azioni di conservazione delle singole specie nei vari siti.

pipistrelli Rhinolophus ferrumequinum

Le specie principalmente indagate nel tempo sono state il Ferro di cavallo maggiore (Rhinolophus ferrumequinum Schreber 1774) e il Ferro di cavallo minore (R. hipposideros Bechstein 1800), in seguito al rinvenimento di alcune colonie riproduttive all’interno dei casali presenti nella Riserva e all’individuazione di una colonia che conta fino a centinaia di esemplari nel campanile della chiesa di S. Francesco nel Comune di Acquapendente (che ospita circa 700 esemplari di Rhinolophus euryale Blasius 1853 e di una specie del genere Myotis.)

Uno dei siti maggiormente frequentati è stato dotato di due “finestre” ai lati della stanza occupata dai pipistrelli, in modo da favorire l’osservazione della colonia senza arrecare disturbo. Tale intervento è preparatorio all’avvio di un programma di studio più approfondito, a carattere sia scientifico che divulgativo, per accrescere le conoscenze sul comportamento di questo gruppo di mammiferi.

pipistrelli Plecotus auritus

Infine, molto recentemente (gli ultimi dati risalgono ai primi mesi del 2011), sono stati segnalati alcuni esemplari di Orecchione (Plecotus auritus Linneo 1758) e Barbastello (Barbastellus barbastellus Schreber 1774), specie molto rare e tipiche di ambienti forestali, nelle pertinenze di due casali all’interno della Riserva. L’Agenzia Regionale per i Parchi ha promosso un lavoro di monitoraggio intensivo della comunità di Chirotteri presenti nelle aree protette del Lazio mediante l’ausilio del bat-detector e grazie alla capacità di indagine del bat detector è stato possibile arricchire enormemente il patrimonio di conoscenze disponibili fino a pochi anni fa.

Questo lavoro avrà anche lo scopo di sensibilizzare la popolazione locale sulla necessità di tutelare tutti i pipistrelli, animali protetti dalla normativa nazionale e internazionale, dando indicazioni sulle regole di “buona convivenza” con le specie presenti, ma anche cercando di far conoscere il “vero volto” dei Chirotteri e il loro ruolo fondamentale nel mantenimento di una buona qualità degli ambienti naturali.

COME ARRIVARE A TORRE ALFINA:

Si può raggiungere anche tramite l’A1, uscita Orvieto, seguire le indicazioni per Castel Giorgio – Torre Alfina. Arrivati al Borgo di Torre Alfina seguire le indicazioni per Museo del fiore che si trova a soli 2 Km di strada dal borgo.