Educazione ambientale, archeologia sperimentale e fattorie didattiche


L’Iconografia del sacro
apertura straordinaria della Pinacoteca

Starts: March 30 @ 15:00

Ends: March 30 @ 17:00

Address: Chiostro San Francesco - Piazza Santa Maria Maddalena Acquapendente (VT)

Apertura straordinaria della  Pinacoteca di Acquapendente

Domenica 30 marzo 2014 ore 15:00 – 17:00

#pinacoteca #eventi #passeggiata #Lazio #iconografia #quadreria #SanFrancesco #Francigena

Visita guidata alla Pinacoteca di Acquapendente e alla Chiesa di San Francesco. Passeggiata lungo la Via Francigena, visita al Museo della città e alla sezione dedicata alla Via Francigena.

Costo: 7€/partecipante. Iscrizioni entro venerdì 28 marzo.

COME PRENOTARE E AVERE MAGGIORI INFORMAZIONI

Coop. L’Ape Regina tel: 0763-730065; Centro Visite Comune Acquapendente Numero Verde gratuito: 800 411834 interno zero (dal mar. al sab. 9:00-13:00/16:00-19:00; dom. 10:00-13:00) email: redazione.laperegina@gmail.com

LA PINACOTECA DI ACQUAPENDENTE

pinacoteca acquapendente san bernardino

La Pinacoteca del Museo della città di Acquapendente ospita una delle raccolte più interessanti del territorio viterbese non solo per la qualità delle singole opere (vanta infatti la presenza di dipinti di Sano di Pietro, del Maestro di Marradi, di Francesco Nasini) ma anche per la stretta connessione che è possibile stabilire tra queste ultime, le vicende artistiche legate al territorio e alla storia del Convento dei Frati Minori Conventuali, che risulta occupato dai francescani, insieme all’annessa chiesa, dal 1255.

 

LA CHIESA DI SAN FRANCESCO

La chiesa di San Francesco sorge sul luogo di una chiesa più antica, dedicata all’Assunta nel 1149 e donata ai Francescani nel 1255. I frati costruirono un nuovo edificio in forme gotiche, la cui navata fu rimodellata nel 1747.

Il campanile è del 1506. Nella chiesa sono conservate numerose opere d’arte, tra le quali spiccano per imponenza le quattordici statue lignee raffiguranti gli Apostoli e i Santi Giovanni Battista e Giuseppe, scolpite nel 1752 da Giacomo Bulgarini.

Di particolare rilevanza sono gli affreschi del presbiterio, realizzati da Francesco Nasini alla metà del XVII secolo e raffiguranti la Morte di Sant’Antonio da Padova (a sinistra), la Canonizzazione del Santo (a destra), l’Assunzione di Maria (al centro) e figure di Virtù (sulla volta).

LA VIA FRANCIGENA

La Via Francigena ha sempre rappresentato per Acquapendente una straordinaria risorsa dal punto di vista spirituale come opportunità di arricchimento della persona, dal punto di vista culturale come momento di incontro con persone provenienti da paesi diversi, dal punto di vista commerciale come occasione di scambio di merci e prodotti di tutta Europa.

Lo stesso sviluppo urbanistico della città è stato ampiamente influenzato dal passaggio dell’antica direttrice che ha visto nascere nei secoli pievi, abbazie, ospizi e locande proprio lungo il suo tracciato.

È interessante notare che le architetture civili e religiose di maggior pregio sorgono tutte lungo questo tratto e che il pellegrino moderno che si trova a passare lungo queste vie non può che restare affascinato dai numerosi luoghi sacri che testimoniano la spiritualità di questa città e dai pregevoli edifici civili che rappresentano importanti vestigia del passato.

Informazioni utili sul tratto aquesiano della via Francigena, possono essere scaricate anche dalla “Guida del pellegrino“.

 

Ulteriori informazioni http://laperegina.it/turismo/pinacoteca-di-acquapendente-iconografia/