Educazione ambientale, archeologia sperimentale e fattorie didattiche

A come Arte: Pasqua al Museo della città

Starts: April 21 @ 10:00

Ends: April 22 @ 19:00

Address: Museo della città - Acquapendente - Via Roma 85

A come Arte: Pasqua al Museo della città

con apertura straordinaria della PINACOTECA

domenica 21 e lunedì 22 aprile 2019

Pinacoteca San Francesco e Palazzo Vescovile – Museo della città civico e diocesano di Acquapendente


 [scarica la locandina] [scarica il comunicato stampa]

In occasione delle festività Pasquali, il Museo della città civico e diocesano di Acquapendente e la Cooperativa L’Ape Regina, dedicano l’intero week end di Pasqua all’Arte.

Partiremo dalla Pinacoteca di San Francesco, all’interno della quale avrete la possibilità di ammirare pregevoli dipinti su tavola come il San Bernardino da Siena di Sano di Pietro (1406 – 1481) e la Vergine in adorazione del Bambino eseguita dal Maestro di Marradi, nonché le due pregiate repliche di opere di Raffaello realizzate da Terenzio Terenzi e facenti parte della collezione del convento francescano.

Passeremo poi al Palazzo Vescovile, dove l’Arte incontra la Tecnologia. Tra le sale espositive del Museo, potrete ammirare la splendida Madonna con bambino recentemente riconsegnata al pubblico.

Nel pomeriggio, per gruppi poco numerosi, saranno visitabili anche le Carceri Vescovili. Qui potrete vedere con i vostri occhi, gli angusti luoghi in cui i prigionieri passarono le ultime ore prima della condanna.

ORARIO VISITE GUIDATE

MATTINA – Visita della Pinacoteca e del Palazzo Vescovile -

Le visite guidate si attiveranno ogni ora (dalle 10.00 alle 12.00) con appuntamento alla Pinacoteca di San Francesco

POMERIGGIO – Visita del Palazzo Vescovile e delle Carceri -

Le visite guidate si attiveranno ogni ora (dalle 16.00 alle 18.00) con appuntamento al Palazzo Vescovile

colazione di pasqua – Maurizio di Giovancarlo

Nel Museo della città di Acquapendente sarà inoltre possibile ammirare le raccolte d’arte sacra diocesana e numerosi reperti ceramici, alcuni di maiolica arcaica, che illustrano la storia della ceramica aquesiana inserendola a pieno titolo nel complesso panorama della produzione umbro tosco laziale. Al piano terra del palazzo sarà possibile visitare la mostra fotografica 

Visioni in ombra- tavolozze sensoriali di luce e colori

di Maurizio di Giovancarlo, inaugurata lo scorso 16 marzo.

Un’esposizione fotografica che si compone di una selezione di scatti che omaggiano l’arte di uno dei più celebrati artisti del Seicento italiano e non solo italiano: Michelangelo Merisi detto il Caravaggio. Un mostra che non vuole essere solo un omaggio genio lombardo, ma va oltre, abbracciando esattamente gli stessi metodi che stanno alla base della produzione artistica di questo singolare talento. Difatti, se l’arte di Merisi si basava, secondo le interpretazioni più dotte e recenti sulla ‘camera oscura’, dove il maestro poneva le sue nature morte e alcuni personaggi realmente esistenti, ponderando luci e ombre a tornire un’immagine dall’ombra tramite l’ausilio di uno specchio e di una lente; analogamente, la questi scatti fanno emergere dal buio pochi elementi, che risaltano con grande nitore e forza plastica tramite una specifica e complessa tecnica fotografica de ‘low key’.

depositi del Museo della città

Madonna in trono con bambino

Costo: 5€/partecipante.

COME PRENOTARE E AVERE MAGGIORI INFORMAZIONI

Per prenotare le visite guidate telefonare alla Coop L’Ape Regina allo 0763-730065,  Whatsapp – 388.8568841 entro il giorno prima dell’evento. Per ulteriori informazioni potete mandare un email a eventi@laperegina.it

LA PINACOTECA DI SAN FRANCESCO

GLI ECCELLENTI FALSI DI RAFFAELLO IN MOSTRA

pasqua nella tuscia

All’estremo nord dell’abitato si trova invece la seconda sede, la Pinacoteca, situata nel suggestivo chiostro della chiesa di San Francesco, ospita una delle raccolte più interessanti e cospicue del territorio viterbese. La collezione vanta infatti la presenza di dipinti su tavola pregevoli come il San Bernardino da Siena di Sano di Pietro (1406 – 1481) e la Vergine in adorazione del Bambino eseguita dal Maestro di Marradi. Tra le altre opere possiamo ricordare due pregiate repliche di opere di Raffaello, opera di Terenzio Terenzi, La Madonna del Divino Amore il cui originale è conservato alla Galleria Nazionale di Capodimonte, e la Sacra Famiglia con San Giovannino, il cui autentico è al Kunsthistorisches Museum di Vienna. Molte opere esposte sono riferibili invece a Francesco Nasini, prolifico pittore di Piancastagnaio e al suo entourage, autore del magnifico affresco del coro della pertinente chiesa di San Francesco. Tra le tele di maggiore pregio si annoverano la Visione di Sant’Antonio da Padova e la Sacra conversazione.

LE CARCERI VESCOVILI DI ACQUAPENDENTE

#arte #cultura #religione #Altolazio #tusciaviterbese #tuscia #Lazio #carceri #tusciafotografia

pasqua nella tuscia

Guarda la galleria fotografica realizzata da Tuscia Fotografia

[...] Al pianterreno in una posizione occidentale rispetto all’episcopio, sono state recentemente restaurate e straordinariamente aperte al pubblico, le carceri vescovili. Le celle recano la testimonianza delle sofferenze patite dagli “ospiti”, attraverso una serie di graffiti che hanno ricoperto ogni lembo d’intonaco delle pareti, incidendovi ritratti umani, figure di animali e soprattutto serie di asticelle impiegate per calcolare il lento passare del tempo, risalenti alcuni sino al XVII secolo. [...]

COME ARRIVARE AD ACQUAPENDENTE:

Acquapendente si trova all’altezza del km 130 della SS Cassia, tra Viterbo e Siena. Si può raggiungere tramite la Cassia direzione Siena o tramite l’A1, uscita Orvieto.Pasqua nella Tuscia – Le carceri vescovili e la Pinacoteca