Educazione ambientale, archeologia sperimentale e fattorie didattiche


Il Castello di Torre Alfina

IL CASTELLO DI TORRE ALFINA, IL BOSCO DEL SASSETO E IL MUSEO DEL FIORE

per una giornata tra storia e natura

Torre Alfina – fraz. Acquapendente (VT) Lazio

Venerdì – Sabato – Domenica

su prenotazione o ad evento

castello di torre alfina

Interno Castello di Torre Alfina

La Cooperativa L’Ape Regina in collaborazione con il Castello di Torre Alfina, organizza delle giornate tematiche con il seguente programma:

ore 10:00 – 13:00: Visita al Bosco del Sasseto

ore 13:00 – 14:30: pranzo in un ristorante convenzionato (a prezzo agevolato e menù turistico)

ore 14:30 – 15:30: visita al Castello di Torre Alfina

ore 15:30 – 17:00: visita al Museo del fiore e passeggiata in autonomia lungo il Sentiero natura del fiore

Nella sezione del sito dedicata agli eventi sono indicate le date delle prossime visite guidate programmate.

Per prenotare una visita potete contattarci, di fianco i recapiti.

IL CASTELLO DI TORRE ALFINA

La storia del borgo di Torre Alfina è un tutt’uno con quella del castello che nasce nell’alto medioevo attorno ad una torre di avvistamento già esistente.

castello di torre alfinaIl castello di Torre Alfina, possente e imperioso, forte delle sue maestose torri merlate rivestite pietra scura, è indiscutibilmente una delle più belle e affascinanti dimore storiche presenti sul territorio umbro-tosco-laziale.

E’ un luogo dove storia millenaria e antiche tradizioni tramandate nel tempo, si fondono in un unico connubio oltrepassano le mura del maniero fino a raggiungere e coinvolgere le strette viuzze e le case del borgo che si attorcigliano intorno ad esso.

Il palazzo, costruito a ridosso della torre, è stato dimora dei signori di turno. Prima i Risentii (secolo XIII), poi i Monaldeschi di Orvieto, del ramo Cervara, che hanno dominato questo luogo dalla fine del 1200 fino alla seconda metà del 1600.

castello di torre alfinaIn particolare dobbiamo a Sforza Cervara la ricostruzione in stile rinascimentale del primitivo castello medievale. Ai Monaldeschi della Cervara seguono i marchesi Bourbon del Monte, i quali tengono palazzo e proprietà per più di due secoli. Nel frattempo il borgo, che già dalla metà del ‘400 si governava in forma di comunità, diviene comune aggregato prima ad Orvieto e quindi ad Acquapendente. Con l’unità d’Italia passa definitivamente a frazione del Comune di Acquapendente, com’è tutt’ora.

castello di torre alfina

Tomba marchese Edoardo Cahen

Sul finire del 1800, tutte le proprietà signorili vengono acquistate dal Conte Edoardo Cahen, che si fregia del titolo di Marchese di Torre Alfina. Edoardo fa ristrutturare completamente il palazzo Monaldeschi: l’immensa mole di pietra cerca spazio anche in varie parti del paese che sono state completamente trasformate.

Edoardo non vede il castello finito ma desidera essere seppellito nell’amato bosco-giardino del Sasseto, che lui stesso aveva reso agibile con sentieri costruiti tra gli scogli, in una tomba-mausoleo realizzata nello stesso stile neogotico del castello e come questo rivestito in basalto e rifinito in travertino.

Completa l’opera il figlio di Edoardo, Teofilo Rodolfo, arredando il castello con estrema ricercatezza e realizzando un grande giardino al di sopra del bosco.

castello di torre alfina bosco del sasseto

il Bosco del Sasseto

Oggi Torre Alfina è un borgo che rivive e valorizza la propria storia, la sua cultura, la natura ed il suo folklore. Il Sasseto è annoverato tra i Boschi Monumentali d’Italia, mentre da qualche anno il borgo è stato inserito nel novero dei “Borghi più belli d’Italia”.

 

IL MUSEO DEL FIORE DI TORRE ALFINA

Museo del fiore

Atrio del Museo del fiore

Il Museo del Fiore è un museo naturalistico nei boschi della Riserva Naturale Monte Rufeno. Ogni suo spazio, interno o esterno, è dedicato alle tante chiavi di lettura con cui affrontare il tema dei fiori, e delle mille relazioni che queste colorate entità intrecciano con il resto del mondo, di cui anche noi facciamo parte.

Un luogo, insomma, dove scoprire finalmente “tutto quello che avreste voluto sapere sui fiori ma non avete mai osato chiedere”.

Il museo è strutturato in sezioniche trattano diversi argomenti seguendo un possibile percorso di visita. Questo però non è fisso e può essere costruito o “ricostruito” dai visitatori a seconda delle loro esigenze e curiosità. [continua a leggere]

Il pacchetto turistico può essere prenotato per gruppi di minimo 10 iscritti telefonando alla Coop. L’Ape Regina al numero 0763730065, oppure al numero verde gratuito del Centro Visite del Comune di Acquapendente 800-411.834 (interno zero), eventi@laperegina.it; il pacchetto si attiverà per un costo di € 29/partecipante, comprensivo di visita guidata al Sasseto, pranzo convenzionato a menù fisso e visita al Castello di Torre Alfina ( comprensivo anche dello sconto per visitare il Museo del fiore che sarà di € 2/partecipante).

 

INFORMAZIONI AGGIUNTIVE

Sito Castello: www.castellotorrealfina.com


PER INFORMAZIONI VISITE SASSETO E MUSEO

L’Ape Regina Soc. Coop. a r.l.
Via Piaggia Sant’Angelo
Acquapendente (VT)
Orario: 9:30-13:00 / 16:00-18:00
Tel: 0763 730065

E-mail: eventi@laperegina.it