Educazione ambientale, archeologia sperimentale e fattorie didattiche


Passeggiate guidate nel territorio dell’Alta Tuscia

passeggiate in Tuscia

Passeggiate lungo i sentieri che si snodano tra colline, vigneti, boschi, e strade battute, attraversando i piccoli ed incantevoli borghi al confine tra Lazio, Umbria e Toscana.

passeggiate in Tuscia

Foto Giorgio Clementi

Tuscia era la denominazione attribuita all’Etruria dopo la fine del dominio etrusco, invalso a partire dalla Tarda antichità e per tutto l’Alto Medioevo. Il nome indicava in origine un territorio assai vasto che comprendeva tutta l’Etruria storica, la Toscana, l’Umbria occidentale e l’Alto Lazio, che le diverse vicissitudini storiche hanno ripartito in tre macroaree: la “Tuscia romana”, corrispondente al Lazio settentrionale con l’antica provincia pontificia del Patrimonio di San Pietro, corrisponde oggi alla provincia di Roma nord fino al Lago di Bracciano; la “Tuscia ducale”, che includeva i territori del Lazio e dell’Umbria occidentale soggetti al Ducato di Spoleto; la “Tuscia longobarda”, grossomodo l’attuale Toscana, comprendente i territori sottoposti ai Longobardi e costituenti il Ducato di Tuscia.

L’Alta Tuscia, nota anche come alto viterbese, è la zona settentrionale della provincia di Viterbo, ovvero la parte a nord al capoluogo Viterbo, molto più collinare e dal territorio di origine vulcanica e corrispondente alle zone limitrofe alla Toscana ed al lago di Bolsena. Si trova in uno dei punti più strategici e panoramici d’Italia al confine con l’Umbria e la Toscana. I due monti più alti della zona sono il Monte Rufeno e il Poggio del Torrone.

DURATA: intera giornata
DIFFICOLTÀ: media e difficile
LIMITAZIONI: nessuna
LUNGHEZZA: da 3 a 15 km
NOTE: minimo 15 persone
RICHIESTA PRENOTAZIONE: Ufficio Turistico – L’Ape Regina Viaggi: 0763-730246 oppure 0763-730065 - mobile: 388.8568841 – aggiungici anche su Whatsapp – mail: coop.laperegina@gmail.com

Organizziamo escursioni, mini trekking e passeggiate in Tuscia che possono durare o l’intera giornata o soltanto di poche ore.

È possibile realizzare camminate tutti i giorni dell’anno, scegliendo tra più percorsi e con l’opportunità di avere una guida multilingua (con un preavviso di almeno una settimana).

Al termine delle passeggiate, si possono prevedere delle degustazioni a base di prodotti tipici del territorio: olio, vino, marmellate, miele, legumi, formaggi… e su richiesta, anche visitare i poli museali presenti nell’area.

Qui sotto potrete trovare alcuni itinerari selezionati appartenenti a questa categoria. Gli itinerari sono stati selezionati dal Taccuino n° 5 del Museo del fiore: Chi lascia la strada bianca per la nuova … 10 itinerari e 1000 paesaggi sulla viabilità minore fra Lazio, Umbia e Toscana; di Adio Provvedi e Filippo Belisario.

ITINERARI PER PASSEGGIATE IN TUSCIA

  1. Tra Monte Rufeno e la Selva di Meana

  2. Intorno al Lago di Bolsena

  3. Parco fluviale del Tevere

  4. I Calanchi di Bagnoregio

  5. Civita di Bagnoregio:la città che muore

  6. Trevinano e il feudo dei Bourbon del Monte

  7. Torre Alfina e i Monaldeschi

  8. La Valle del Paglia

  9. La Via Francigena

  10. L’Alta Maremma

  11. Le vie cave

  12. I vigneti di ieri e di oggi

  13. La selva del Lamone e il bosco dei briganti

  14. Castro: la Cartagine della Maremma

  15. Le caldere dei vulcani